Il primo vero passo cruciale in un progetto SEO è analizzare il mercato e valutare la difficoltà del lavoro che andremo a intraprendere.

Ieri sabato 1 ottobre ho partecipato al webinar gratuito sulla SEO organizzato dal mitico Robin Good e tenuto da Marco “Ryuichi Sakuma”.
Argomento del webinar: come fare un’indagine di mercato per la corretta scelta delle keywords.

Uno degli aspetti analizzati è stato il calcolo della difficoltà sul posizionamento di una keyword. Come posso capire a priori se conviene lavorare su una keyword o lasciar perdere prima di ammazzarsi di inutile lavoro?

I metodi suggeriti da Marco sono fondamentalmente 2:

  1. pagare Moz usando il suo tool Keyword Difficulty
  2. fare un calcolo a mano

Per il calcolo manuale è necessario applicare una formulina che, secondo Ryuichi Sakuma, è la stessa applicata da Moz nel suo tool Keyword Difficulty a pagamento.

Spieghiamo i passi suggeriti per applicare la formula.

Come applicare il metodo di calcolo?

La prima cosa da fare è installare la Moz Toolbar su Chrome o Firefox e impostare “consenti in incognito”.

mozbar

Fare una ricerca in incognito:

pa e da moz

e sommare PA (Page Authority) e DA (Domain Authority) di tutti i siti presenti nelle prime 2 pagine.

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, vi allego una mappa sintetica sul significato dei due fattori PA e DA:

Page e Domain Autority

Veniamo alla formula:

4000 : 100 = valore totale (prime 2 pagine) : x

Proviamo a spiegarla.

4000 rappresenta la somma dei PA e DA nelle prime 2 pagine. Poiché il valore max di PA e DA è 100, per ogni sito posso avere un valore max di 200. Poiché nelle prime 2 pagine ci sono 20 siti, 20*200 = 4000.

Quindi 4000 sta alla difficoltà max che è 100%, come il valore totale (somma PA+DA) relativo alla mia keyword nelle prime 2 pagine sta alla difficolta x%.

Bene! A chi come me ha studiato ingegneria, trovare ogni tanto una x in una formula aiuta a stare meglio! :-)

Poniamoci le prime domande…

Le prime 2 domande che mi sono sorte sono:

  1. quel valore calcolato manualmente è uguale a quello che fornisce Moz usando il suo Tool a pagamento? Secondo Ryuichi Sakuma si! Ma questo lo verificherò con calma…
  2. quel valore calcolato ha senso?

Come posso verificarlo?

La prima cosa che mi è venuta in mente è di analizzare ad esempio 5 siti di clienti che seguo e confrontare i valori del calcolo sulla difficoltà di posizionamento per 2 keywords: una nelle prime 3 posizioni ed un’altra in 3-4 pagina.

Esiste un legame tra posizione in SERP acquisita e difficoltà?

Se sono riuscito a posizionarmi nelle prime 3 posizioni per una determinata keyword, vuol dire che teoricamente la sua “difficoltà” è inferiore alla keyword per cui sono in 3 pagina? Boh!

Vediamo.
Ho condotto il calcolo “manuale” in 5 settori diversi, su 5 siti di clienti che seguo.

Questo il risultato:

Web SiteKW

Posizione in SERP

Difficoltà

site1kw1

1

23,95%

site1kw2

25

28,82%

site2kw1

1

20,10%

site2kw2

26

22,20%

site3kw1

2

19,92%

site3kw2

26

22,62%

site4kw1

1

25,15%

site4kw2

34

27,90%

site5kw1

3

21,25%

site5kw2

16

25,27%

Conclusioni

Da questo test si evince che, in effetti, la “difficoltà calcolata” è inferiore per pagine posizionate nelle prime 3 posizioni e (leggermente) più alta per pagine meno posizionate.

Pur trattandosi di piccole differenze, pare che ci sia un legame tra posizione e difficoltà.

E’ chiaro che nella SEO non esistono formuline magiche! Il metodo proposto da Ryuichi Sakuma è legato a 2 fattori PA e DA, che nel ben o nel male, tutti i SEO prendono in considerazione nell’analisi dei competitors.

Secondo il mio modesto parere, il metodo è sicuramente valido per avere una “idea spannometrica” sulla difficoltà di posizionamento per una determinata keyword, ma … non è sicuramente la formulina magica che tutti i SEO sono alla disperata ricerca.

Volevo chiudere il post complimentandomi con Ryuichi Sakuma per il suo brillante intervento al Webinar. Veramente bravo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.